Regolamento

1. QUOTE SOCIALI

Il versamento della quota sociale viene effettuato in due rate: a Gennaio ed entro il 30 Maggio. Il socio in ritardo con il pagamento della quota non può usare le imbarcazioni, ne partecipare alla vita dell’Associazione.

2. COMPORTAMENTO DEL SOCIO

Chi abbandona l’imbarcazione sociale senza custodia o scenda a terra con una tenuta indecorosa o si contenga in modo poco corretto con atti e parole, è passibile dei più severi provvedimenti disciplinari.

3. DIVISA SOCIALE

La divisa deve essere curata da ogni socio per quanto riguarda la pulizia, la decenza della calzatura, la uniformità.
La divisa prescritta è la seguente:
– per le regate: maglia e calzoni lunghi bianchi
– per le varie manifestazioni: maglia o canottiera e calzoni lunghi bianchi
o da tuta
– per le uscite: obbligo la divisa dell’Associazione.

4. ORARIO DEL CANTIERE

I coordinatori dei gruppi: Regatanti, Vela, Ragazzi, Donne, Amatori, ecc. avranno in dotazione le chiavi del cantiere, per coordinare il movimento imbarcazioni; assumendosi ogni responsabilità, per il regolare funzionamento del cantiere.
L’orario del cantiere viene fissato di stagione in stagione.

5. CONTROLLO SANITARIO

Per il socio Regatante e Amatore che utilizza le imbarcazioni della Società è obbligatoria la visita medica.

6. USO DELLE IMBARCAZIONI

Ai soci esperti al nuoto ed in regola con il pagamento della quota sociale, è consentito l’uso delle imbarcazioni una sola volta al giorno, per il periodo di 1,30 h.

7. PULIZIA DELLE IMBARCAZIONI

Il socio, nell’immettere l’imbarcazione in acqua,deve controllare che non vi sia alcun danno. Al rientro deve tirarla a terra ed eseguire la pulizia.

8. RIENTRO DELLE IMBARCAZIONI

Il socio deve osservare rigorosamente l’orario stabilito per le varie uscite, collettive e singole, e rientrare mezz’ora della chiusura del cantiere.

9. USO DEL MATERIALE

Il materiale dell’Associazione è a disposizione di tutti i soci per le uscite e manifestazioni remiere organizzate dall’Associazione. Lo stesso materiale (imbarcazioni, remi, forcole) è a disposizione dei soci per le competizioni agonistiche organizzate da Enti, Società, Associazioni o Gruppi Remieri.
Le dotazioni delle imbarcazioni (remi, forcole, sappapie, ecc) non devono essere scambiate tra loro.

10. DANNI AL MATERIALE SOCIALE

Eventuali danni arrecati al materiale sociale devono essere immediatamente comunicati al personale del cantiere o all’incaricato del settore tecnico specifico. Dei danni devono rispondere, in solido, tutti i componenti dell’equipaggio che hanno usufruito dell’imbarcazione con l’obbligo di pagare il danno al più presto, e finché non l’abbiano pagato perdono ogni diritto all’uso del materiale sociale.